13 settembre 2022

Recensione "Arrocco siciliano" di Costanza DiQuattro - Baldini + Castoldi

 

 
Arrocco siciliano * Costanza DiQuattro * Baldini + Castoldi * pagg. 304






È l'alba del Novecento, a Ibla, lì dove la vita scorre fiacca sulla campagna stanca; lì dove si accalcano notabili tronfi, mogli tradite e poveri diavoli; lì dove la farmacia Albanese, per tutti «molto più di una chiesa», di colpo rimane orfana di colui che da tanti anni la amministra con riserbo monastico. Quando a succedergli accorre da Napoli un giovane senza passato, accolto da ostilità e diffidenza che piano piano si sciolgono in un cauto abbraccio, il paese prende a pulsare e la farmacia a rivivere.

08 settembre 2022

Recensione "L'inaffondabile Greta James" di Jennifer E. Smith - Feltrinelli

 



L'inaffondabile Greta James * Jennifer E. Smith * Feltrinelli * pagg.304





Greta James non affonda mai. Musicista indie entusiasta e caparbia, non c'è ostacolo che non sia pronta a superare. Dopo essersi lasciata alle spalle gli anni della gavetta, è a un passo dal lancio del suo album più importante quando un'onda improvvisa la travolge.

07 settembre 2022

Recensione "La stanza delle mele" di Matteo Righetto - Feltrinelli

 


LA STANZA DELLE MELE * Matteo Righetto * Feltrinelli * pagg. 240








È l'estate del 1954, Giacomo Nef ha undici anni e con i due fratelli maggiori vive dai nonni paterni a Daghè, sulle pendici del Col di Lana, nelle Dolomiti bellunesi. "Tre case, tre fienili, tre famiglie." I bambini sono orfani e l'anziano capofamiglia li tratta con durezza e severità, soprattutto il più piccolo. Il nonno è convinto infatti che Giacomo sia nato da una relazione della nuora in tempo di guerra e lo punisce a ogni occasione, chiudendolo a chiave nella stanza delle mele selvatiche.

03 settembre 2022

Recensione "Non è al momento raggiungibile" di Valentina Farinaccio - Mondadori

 


NON È AL MOMENTO RAGGIUNGIBILE * Valentina Farinaccio * Mondadori * pagg. 180







Quando qualcuno che incontri di persona per la prima volta ti dice che sei molto fotogenica non è un complimento. Vittoria, poco meno di quarant'anni, una relazione finita alle spalle e una riservatezza che sta per diventare solitudine, se lo sente ripetere spesso.